Tragedia Rai, durante la diretta il retroscena agghiacciante: il racconto del tentato omicidio

Nello studio di Serena Bortone, alla trasmissione Oggi è un altro giorno, sono stati rilevati di retroscena agghiaccianti sul passato di un ospite molto celebre. Ecco tutti i dettagli.

Un racconto a cuore aperto quello ascoltato ai microfoni di una delle trasmissioni di casa Raui più seguite, la quale è stata ospitata nello studio Rai della trasmissione condotta da Serena Bortone.

Una giornalista che oggi ha ottenuto una fama impressionante, ha voluto raccontarsi come non ha mai fatto e rivelare che il suo passato non è sempre stato clemente con lei. Le parole uscite dalla sua bocca hanno fatto in modo che tutto lo studio rimanesse totalmente avvolto dal gelo. Nessuno si sarebbe mai aspettato una storia del genere. Ma di chi si tratta? Che cosa è successo?

Gli esordi della donna

Nel mondo sportivo, è una delle conduttrici più note, la cui carriera ha avuto inizio nel lontano 1988. Con il passare degli anni è stata al timone di diverse trasmissioni. La ricordiamo  nei panni di conduttrice di La Domenica Sportiva, Pole Position e altri ancora.

Nel 2008 la giornalista, oltre a portare avanti la sua carriera da conduttrice, cerca di entrare a far parte del mondo della politica. Difatti si candida alla Camera Dei Deputati per la circoscrizione Lazio, con Francesco Storace e Daniela Santanchè, tuttavia vede sfumare quest’obiettivo. Da settembre del 2020 la donna è tornata al timone della trasmissione 90° minuto. Oggi si torna a parlare di lei, in quanto il racconto fatto di recente è stato uno dei più inaspettati di sempre.

Il terribile racconto

E’ questa la storia di Paola Ferrari, la quale ha dovuto affrontare duramente quel periodo che per lei sarebbe dovuto essere il più spensierato della vita, ovvero l’infanzia, con molta difficoltà.

Nel corso dell’intervista nello studio di Oggi è un altro giorno, la giornalista ha raccontato dei retroscena inaspettati. Ecco le sue parole: “Mia madre era molto violenta, ha tentato di uccidermi tre volte. Mio padre una volta disse che non ero stata desiderata. Ero capitata e avevano deciso di tenermi. Non sono riuscita a perdonarla e faccio fatica a confrontarmi con il perdono anche se negli ultimi anni ho smussato questo mio lato. Da adulta le ho parlato, le ho presentato anche i miei figli a cui non volevo negare il diritto di avere una nonna, ma io non sono mai riuscita ad abbracciarla”.

Un racconto che ha messo i brividi a tutto il pubblico presente in studio il quale ha provato molta tristezza per la Ferrari, una donna che proviene da un passato alquanto difficile.